Si sgancia un pezzo del treno, disagi a Rovellasca. Sul convoglio Trenord delle 7.16 passeggeri preoccupati per uno strano rumore
Cronaca

Si sgancia un pezzo del treno, disagi a Rovellasca. Sul convoglio Trenord delle 7.16 passeggeri preoccupati per uno strano rumore

Riaprono le scuole, ripartono le aziende e immediatamente l’inizio di settembre si caratterizza per il susseguirsi di lunghe code in strada, mezzi pubblici in “affanno” sul rispetto degli orari e ritardi sui treni. E proprio dai binari arriva l’ultima segnalazione in ordine di tempo. Questa mattina su una carrozza del treno 122 (Como Nord Lago 7.16-Milano Cadorna 8.17) si è sganciato un elemento meccanico che serve a smorzare le oscillazioni percepite dai viaggiatori. Il rumore provocato è stato segnalato dai passeggeri al personale di bordo quando il treno si trovava nella stazione di Rovellasca. L’inconveniente non ha comportato alcun rischio per la sicurezza dei passeggeri e ha causato alcuni minuti di ritardo anche perchè il convoglio ha proseguito la corsa in condizioni precauzionali alla velocità ridotta di 30 km/h fino alla stazione di Saronno, dove il treno – entrato in servizio nello scorso mese di marzo – si è fermato. I tecnici del costruttore provvederanno alla riparazione, essendo il convoglio in garanzia. Disservizio contenuto ma cresce l’esasperazione dei viaggiatori che quotidianamente ormai si trovano a dover far i conti con piccoli o grandi intoppi. Ritornando sulla strada invece ieri, lungo via Milano – aperta anche nella parte Alta per la sperimentazione in corso che dovrà portare alla decisione se chiuderla o meno nelle ore di punta – si sono formate lunghe code di auto e mezzi pubblici. Rallentamenti si sono riproposti, anche se in forma minore rispetto al primo giorno di scuola, anche in via Paoli. Si preannuncia dunque una stagione intensa per chi si dovrà muovere e entrare in convalle. Sul fronte dei mezzi pubblici gli autobus di Asf ripartono dai dati sulla puntualità del 2017. «Nell’area urbana le analisi, effettuate tramite rilevazione e pubblicati sulla carta della mobilità, dimostrano che negli orari di punta il 91% degli autobus arriva entro i cinque minuti mentre nelle restanti ore della giornata il 93% è puntuale. Mentre nell’area extra urbana invece l’89% si è detto soddisfatto del servizio, mentre la puntualità degli autobus, effettuata tramite rilevazione, dice che il 99% dei mezzi è puntuale», si legge nel documento Asf.

13 settembre 2018

Info Autore

Fabrizio

Fabrizio Barabesi fbarabesi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto