Si tuffa nel Ceresio e non riemerge: annega turista tedesco di 78 anni

I soccorsi a Claino con Osteno

Dramma questa mattina a Claino con Osteno, sul Ceresio, nella spiaggetta denominata Righeggia. Un turista tedesco, che stava trascorrendo le vacanze in provincia di Como, è morto per annegamento dopo essersi tuffato nelle acque del lago. L’allarme è scattato ieri mattina alle 9.30. L’uomo è stato visto tuffarsi nel Ceresio da un pontile e non riemergere. L’allarme è stato lanciato immediatamente e sul posto sono arrivati i vigili del fuoco di Como e Menaggio, con anche i sommozzatori e un elicottero, sempre dei vigili del fuoco, decollato da Torino. L’uomo è stato trovato poco dopo ma per lui non c’era già più nulla da fare.

La vittima si chiamava Gerd Bungartz, aveva 78 anni (classe 1942) ed era giunto sul Ceresio con la moglie, la figlia e i nipoti. La famiglia aveva affittato una casa vacanza per trascorrere un periodo di relax sul Lago di Lugano. Questa mattina poi, alle 9.30, l’anziano ha deciso di fare un bagno e si è avvicinato al pontile. Possibile che a risultare fatale possa essere stato lo sbalzo termico al momento dell’immersione nel lago. Dopo il tuffo infatti l’uomo non è più riemerso. L’accaduto è stato segnalato alla Procura che valuterà ora se eseguire o meno l’autopsia sulla vittima, prima di restituire il corpo alla famiglia per il rimpatrio. L’indagine è affidata ai carabinieri della compagnia di Menaggio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.