Sicurezza ambientale, dalla Regione mezzo milione per il Comasco

Alessandro Fermi

Oltre mezzo milione di euro è stato assegnato al territorio comasco per progetti di sicurezza ambientale.

“Regione Lombardia – spiega il Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi – finanzierà 24 progetti di altrettanti Comuni della Provincia di Como finalizzati alla realizzazione e all’implementazione di sistemi fissi o mobili di controllo delle targhe per il monitoraggio della circolazione stradale, sia per casi di limitazioni ambientali al traffico che per zone a traffico limitato”.

“Con questi contributi – dice ancora Fermi – cerchiamo di incentivare interventi che coniugano la sicurezza con il miglioramento della qualità dell’aria, potenziando in particolare i controlli sulla circolazione dei mezzi inquinanti”.


Per la provincia di Como, sono stati ammessi in graduatoria e finanziati 24 progetti per un importo complessivo di 504mila e 573 euro, a fronte di un totale di risorse messe a disposizione dal bando pari a 3 milioni, 859mila e 360 euro (il 13% delle risorse è stato destinato al territorio comasco).

Di seguito il dettaglio dei Comuni beneficiari e dei relativi importi assegnati:
Appiano Gentile (16.456 euro), Binago (19.078 euro), Castelnuovo Bozzente (12.718 euro), Albiolo (18.941 euro), Solbiate con Cagno (25mila euro), Rodero (12.700 euro), Carimate (25mila euro), Bulgarograsso (23.900 euro), Vertemate con Minoprio (22.423 euro), Olgiate Comasco (23.663 euro), Lurago Marinone (19.700 euro), Valmorea (19.215 euro), Figino Serenza (20mila euro), Colverde (25mila euro), Albese con Cassano (23.131 euro), Guanzate (15.750 euro), Albavilla (23.131 euro), Tavernerio (23.131 euro), Locate Varesino (25mila euro), Mariano Comense (20.636 euro), Cassina Rizzardi (25mila euro), Villa Guardia (20mila euro), Lurate Caccivio (20mila euro), San Fermo della Battaglia (25mila euro).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.