Sicurezza, in servizio 15 militari tra centro, giardini e stazione

esercito a Como operazione strade sicure

Sono entrati in servizio i primi 15 militari che si occuperanno di pattugliare strade e parchi della città. Le zone di sorveglianza destinate all’Esercito nell’ambito dell’operazione “strade sicure” sono l’area dei giardini a lago, la stazione ferroviaria di Como San Giovanni e la città murata.
In una nota del Viminale, il sottosegretario comasco all’Interno, Nicola Molteni esprime tutta la sua soddisfazione.
«L’avevamo promesso, abbiamo lavorato tanto e oggi abbiamo mantenuto l’impegno con i cittadini – scrive Molteni – È un risultato storico: per la prima volta, i militari dell’operazione strade sicure sono sul territorio della Provincia di Como. Da oggi (ieri ndr) sono ufficialmente presenti sul territorio di Como, non per alimentare la paura, ma per garantire più sicurezza ai cittadini».
Molteni precisa che il servizio verrà effettuato in modo congiunto con le altre forze di polizia, quindi indica le zone che verranno sorvegliate: giardini, stazione e centro storico.
«Un doveroso ringraziamento va a Matteo Salvini, per il coraggio, la determinazione e il grande senso di responsabilità – scrive ancora Molteni – che sta dimostrando nei confronti del Paese e della città di Como».
«Abbiamo lavorato con impegno per avere i militari a Como e finalmente la priorità torna ad essere la sicurezza, continuiamo su questa strada convinti che sia quella giusta. Il nostro obiettivo è che i cittadini comaschi e italiani tornino a vivere tranquilli nelle proprie città e nelle proprie piazze», conclude.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.