Cronaca

Sigarette “sgradite” nei giardini per bimbi

altNovità negli spazi verdi
Nelle aree gioco arriva la segnaletica che invita a non fumare
Anche a Como, tra poche ore, sarà (quasi) vietato fumare nei giardini pubblici. Il Comune, infatti, ha appena predisposto una nuova cartellonistica per le aree verdi della città, con un occhio particolare riservato a quelle dedicate ai più piccoli. Saranno infatti le diverse aree gioco sparse per la città i luoghi dove sigari, sigarette e pipe saranno segnalate come ospiti fortemente sgraditi, sebbene non formalmente vietati. In queste zone, contraddistinte dalla presenza di giochi e attrazioni

riservate a bambini fino a 10 anni di età (o comunque iscritti al massimo alla quinta elementare), verrà posizionata già entro questa settimana una nuova segnaletica inequivocabile. Assieme alle classiche vignette riportanti i divieti per così dire tradizionali, ne apparirà uno con la sagoma inconfondibile di una sigaretta “barrata”. Messaggio già esplicito, ma reso ancora più chiaro dalla grossa scritta sovrastante: «Ti invitiamo a non fumare in quest’area». Un consiglio, dunque, non proprio la “minaccia” di una sanzione in caso di inosservanza. Ma, come spiega l’assessore al Verde, Daniela Gerosa, l’obiettivo di fondo (ovvero evitare che gli adulti fumino “in faccia” ai bambini) è sostanzialmente identico.
«Il regolamento in vigore per l’utilizzo dei parchi e dei giardini pubblici – afferma l’assessore – risale addirittura agli anni ’40 e non comprende il divieto di fumo negli spazi verdi. Quindi, come prima cosa, ho chiesto di rifarlo, ma nel frattempo abbiamo provveduto a migliorare e rinnovare la segnaletica». Con qualche distinzione.
«Mentre nei giardini e nei parchi veri e propri diamo il suggerimento generale agli adulti di ricordarsi sempre che i bambini prendono esempio da chi osservano – sottolinea la Gerosa – per quanto riguarda le specifiche aree destinate ai più piccoli, ossia le 4-5 aree gioco sparse per la città, abbiamo inserito il consiglio esplicito a non fumare. Questo non significa che chi accendesse una sigaretta e venisse visto da un vigile prenderà la multa, perché al momento non sono previste sanzioni. Ma, nello stesso tempo, confidiamo che il suggerimento venga raccolto dalla maggioranza degli adulti». In sintesi, la disciplina dei comaschi a beneficio dei bambini sarà arbitro dell’iniziativa.

Emanuele Caso

Nella foto:
A sinistra, l’assessore al Verde di Palazzo Cernezzi, Daniela Gerosa.
7 Maggio 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto