Vip

Silvio Berlusconi, blitz sul Lario: «Ho preso casa a Torno»

Ieri l’ex premier in visita sul Lario. «Avevo comprato anche a Cernobbio, ma era del demanio»
Giornata lariana per l’ex presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Mattinata nell’ex villa di Marcello Dell’Utri, poi pranzo al ristorante “Il Vapore” e gita in funicolare a Brunate prima di tornare ad Arcore. Intercettato da giornalisti e fotografi all’uscita dal ristorante, Berlusconi si fa fotografare e filmare mentre risale la scalinata che dal molo di Torno conduce al Comune.
Davanti a Villa Prandoni, oggi casa di riposo, stringe le mani ai passanti, c’è chi lo saluta con un
reverenziale «buongiorno eccellenza».
Berlusconi dispensa sorrisi e battute. Con lui, tra bodyguard, carabinieri e agenti della Digos, anche la figlia Marina, mentre in mattinata all’interno del parco della villa si è visto pure il figlio Luigi.
Davanti al Comune lo attendono le auto. Ma lui si ferma ancora qualche minuto a scambiare due chiacchiere con i giornalisti. «Il lago ha sempre un fascino straordinario», dice.
Ci pensa ancora alla villa di Cernobbio? «No, adesso ho preso questa – risponde riferendosi alla villa acquistata da Marcello Dell’Utri ed edificata negli anni Venti dalla famiglia di industriali milanesi Cappelli, un tempo leader nella produzione di celluloide e poi di lastre e macchine fotografiche – Avevo comprato anche a Cernobbio, poi è risultato che la villa era di proprietà del demanio e visto che l’avevo acquistata io volevano subito confiscarmela». «Qui ho mangiato benissimo», dice ancora l’ex premier, che poi gioca con le parole: «Adesso che ho preso casa a Torno non vorrei che la gente equivocasse. Berlusconi a Torno, o Berlusconi torna presidente del Consiglio».
«Pensate che per arrivare qui impiego 40 minuti in auto da Arcore», dice ancora soddisfatto. Berlusconi non si sottrae infine a un commento sulle elezioni amministrative e sul risultato poco confortante del Pdl al primo turno.
«Nelle elezioni amministrative è sempre stato così – spiega l’ex premier – personalmente non ho mai voluto essere troppo presente, perché riteniamo che nelle elezioni amministrative si debba lasciare spazio alle persone del luogo».
Poi un riferimento ai candidati non politici e alle liste civiche. «I candidati possono essere anche l’espressione delle liste civiche – ammette – Voglio ricordare che io avrei anche voluto che non fosse presente il nostro marchio, per lasciare spazio a tutti quelli che amano la città e si mettono a sua disposizione. Una politica a servizio dei cittadini, insomma. Così in qualche situazione abbiamo presentato la lista e in altre non l’abbiamo presentata».

Nella foto:
L’ex presidente Silvio Berlusconi all’interno del parco della villa di Torno acquistata dall’amico Marcello Dell’Utri (foto Mv)
20 maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto