I sindacati lanciano l’allarme: «Provveditorati sotto organico»

scuola

Uffici scolastici provinciali sotto organico in Lombardia, i sindacati lanciano l’allarme e scrivono al ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, e all’assessore regionale all’Istruzione, Valentina Aprea per denunciare che gli ex Provveditorati agli studi sono «prossimi al collasso».
Su scala regionale, precisano Cgil, Cisl, Uil e Confsal (confederazione che riunisce i sindacati autonomi), «su un organico previsto di 675 unità gli effettivi in servizio negli uffici scolastici lombardi sono 314. Se per l’anno in corso la scopertura è di circa il 50%, per il prossimo, con 55 pensionamenti, salirà al 57%».
L’emergenza riguarda pure il Lario. «Anche all’Ufficio scolastico territoriale di Como c’è grande sofferenza – dice Carlo Brunati, segretario generale della Cisl Scuola dei Laghi – Il personale è ben al di sotto dell’organico previsto, la situazione non è tra le migliori e i pensionamenti non verranno reintegrati».
La questione di fondo riguarda i compiti assegnati agli ex Provveditorati.
«Gli uffici territoriali svolgono alcune funzioni che in teoria dovrebbero essere demandate all’autonomia scolastica, dunque ai singoli istituti e quindi ai dirigenti scolastici, i quali però sono a loro volta oberati da incombenze burocratiche e non riescono a occuparsene – sottolinea Brunati – Si pensi, per esempio, alla definizione degli organici scolastici. Gli uffici territoriali devono inoltre istruire le pratiche pensionistiche, in accordo con l’Inps. Ma se gli organici non sono sufficienti i fascicoli si accumulano e devono essere preparati con grandi carichi di lavoro che gravano sugli uffici sottodimensionati».
«Non si può sempre far ricadere la responsabilità e il peso di politiche sbagliate sulle spalle dei lavoratori e dell’utenza», rimarcano Cgil, Cisl, Uil e Confsal. I sindacati segnalano anche la «grave situazione delle segreterie scolastiche, sia perché ridotte di organico sia perché provate da norme che oggi non consentono sostituzioni in caso di assenze di personale, aggravando così la scopertura».

Articoli correlati