Sindaci a confronto sulla Variante della Tremezzina

Variante Tremezzina

II sindaci del lago a confronto sulla Variante della Tremezzina. Questo pomeriggio, su iniziativa del primo cittadino di Colonno, Davide Gandola, si sono collegati via web gli amministratori di Argegno, Centro Valle, Sala Comacina, Tremezzina, Menaggio e Colonno – insieme al presidente della Provincia di Como, Fiorenzo Bongiasca – per discutere delle due ipotesi ormai al vaglio di Anas su modalità e tempi per la realizzazione della Variate della Tremezzina. Il cantiere dovrebbe partire, come confermato di recente, a novembre. Si dovrà capire intanto se si opterà per la chiusura totale della strada per 4 mesi o se si deciderà di allungare i tempi dell’operazione prevedendo chiusure notturne e un senso unico alternato durante il giorno. «La riunione è servita per discutere. È emersa una forte unità tra tutti noi – dice Gandola – e questo è un fatto positivo. A noi sindaci non paice nessuna delle due ipotesi. Obiettivo per noi fondamentale sarebbe quello di mantenere aperta la strada. Ma possiamo solo esprimere della considerazioni ad Anas affinché abbia il quadro chiaro per decidere. Attendiamo comunque ora di conoscere tutti i dettagli dei vari piani nella prossima riunione con Anas e gli altri soggetti».

Cresce dunque l’attesa per la prossima riunione della cabina di regia. «L’incontro sulla Tremezzina non è ancora fissato. Stiamo aspettando da Anas le caratteristiche del cosiddetto “Piano B”, con la diversa modalità del cantiere che eviti la chiusura totale della Regina – ha detto il prefetto di Como, Andrea Polichetti – In settimana dovremmo incontrarci con i vertici di Anas, che ci spiegheranno il nuovo piano e poi convocheremo nuovamente il tavolo generale».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.