Il sindaco di Cantù Bizzozero shock su Facebook: «Napoli fogna infernale»
Cronaca, Politica, Territorio

Il sindaco di Cantù Bizzozero shock su Facebook: «Napoli fogna infernale»

Claudio Bizzozero in piazza Garibaldi a Cantù

Napoli «fogna infernale». Ancora una volta il sindaco di Cantù sceglie Facebook per le sue esternazioni shock. E mette nel mirino la capitale del Sud, oltre al leader della Lega Matteo Salvini. Commentando quanto accaduto durante una trasmissione di Rete4, Claudio Bizzozero ha scritto ieri un post dai toni pesantissimi contro Napoli e, appunto, contro il segretario del Carroccio.

«Salvini: “Napoli è casa mia”. Lo ha dichiarato in diretta ieri sera a Quinta colonna e nessuno dei presenti gli ha detto nulla – scrive il sindaco della Città del mobile – Fossi stato presente gli avrei semplicemente detto che casa mia, invece, è Cantù e la Lombardia la mia terra, mentre Napoli per me r…esta una fogna infernale (al pari dell’itaglia) in cui lui merita di finire insieme a tutti i lombardi che hanno l’imperdonabile colpa di continuare a votarlo».

La storpiatura del nome della nazione e l’insulto diretto a Napoli sono soltanto una parte dell’incredibile messaggio lanciato in rete da Bizzozero. Il quale, non avendo mai nascosto la sua antipatia per la Lega e i leghisti, ha lanciato strali soprattutto contro Salvini.

«Io avrei dovuto essere lì in trasmissione a quell’ora – si legge nel post del sindaco di Cantù – ma stranamente, verso le 15, mentre già ero a metà del viaggio per Roma, mi hanno telefonato dalla redazione per dirmi che sarei slittato nella seconda metà della trasmissione (cioè dopo la comparsata salviniana). Vi sembra un caso? A me per niente. Così il candidato premier naziunal partenopeo l’ho solo incrociato. Lui usciva dallo studio ed io entravo … e confesso che mi ha fatto una sola impressione: mi è sembrato molto basso … anzi … più che basso direi … piccolo. Un piccolo insignificante leaderuccio naziunal partenopeo che ha paura dei confronti pubblici con chi sa che lo metterebbe in difficoltà. Che un personaggio così insignificante rappresenti Napoli e la fogna italica non mi sorprende. Che rappresenti invece noi lombardi … mi sembra invece una nostra gravissima responsabilità».

Poco più di un anno fa, all’inizio di marzo del 2016, Bizzozero era stato querelato proprio da Salvini. Anche in quel caso, la vicenda era nata da uno sfogo online del sindaco che sempre su Facebook aveva attaccato con toni particolarmente duri il Carroccio e il suo leader, rei – a detta del sindaco – di non aver fatto nulla per abbassare la pressione fiscale dei cittadini lombardi.

Ieri Bizzozero è andato decisamente oltre. Prendendo di mira anche Napoli, città definita «fogna infernale». Proprio la Napoli che alcune centinaia di facinorosi avevano messo in ginocchio durante una protesta violenta contro il comizio di Salvini a Mostra d’Oltremare.

Immediate le reazioni di tanti cittadini napoletani, che sotto il post del sindaco stanno rispondendo con toni piuttosto accesi. Cliccando QUI, le reazioni di alcuni partenopei “vip” che con ironia e fermezza dicono la loro al primo cittadino. 

L’AGGIORNAMENTO: GIULIO GOLIA A CANTU’ CON LE TELECAMERE DEL PROGRAMMA “LE IENE” (CLICCARE QUI)

L’AGGIORNAMENTO. IL SINDACO DI NAPOLI DE MAGISTRIS ANNUNCIA: “QUERELEREMO BIZZOZERO PER DIFFAMAZIONE” (CLICCARE QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO)

LA PROPOSTA DEL MOVIMENTO NEOBORBONICO: “BOICOTTATE I MOBILI DI CANTU'” (CLICCARE QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO)

IL COMMENTO DI DARIO CAMPIONE (CLICCARE QUI)

22 Marzo 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto