Sindaco di Como: sono sette i candidati alla poltrona di primo cittadino

Corsa a sette per la poltrona di sindaco di Como. Ai sei aspiranti primo cittadino che erano già scesi in campo, ieri, nell’ultimo giorno utile per la presentazione di nomi e simboli si è aggiunto last minute un ulteriore “concorrente”. Sono invece complessivamente 13 le liste che sostengono i candidati in lizza per indossare la fascia tricolore ed entrare a Palazzo Cernezzi.
Oggi alle 18, in Sala Stemmi, in comune a Como si svolgerà il sorteggio pubblico per definire l’ordine delle liste che comparirà sulla scheda elettorale. Prima di questo appuntamento gli uffici competenti faranno le necessarie verifiche per valutare la rispondenza delle candidature ai requisiti previsti e quindi l’ammissibilità dei partecipanti alla competizione elettorale per l’amministrazione di Como.
In attesa del sorteggio, ecco i sette candidati alla poltrona di sindaco del capoluogo lariano, presentati in ordine alfabetico.
Fabio Aleotti è l’aspirante primo cittadino scelto dal Movimento Cinque Stelle e sostenuto da un’unica lista, quella composta dai candidati del movimento fondato da Beppe Grillo.
Celeste Grossi, consigliere comunale uscente è l’aspirante primo cittadino della lista civica La Prossima Como, sostenuta dalla omonima lista.
Il centrodestra si presenta compatto e schiera Mario Landriscina come candidato alla carica di sindaco di Como. Quattro le liste che sostengono questa candidatura, accanto a quelle dei partiti – Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d’Italia Alleanza Nazionale – compare infatti la lista civica Insieme per Mario Landriscina.
L’assessore uscente Bruno Magatti è in lizza per il ruolo di sindaco con la lista civica Civitas, progetto città.
Alessandro Rapinese, consigliere uscente dell’opposizione corre per diventare il sindaco di Como con la lista Rapinese sindaco.
Il candidato sindaco che è sceso in campo solo ieri, nell’ultimo giorno utile è Francesco Scopelliti, in passato già assessore di Palazzo Cernezzi con Alleanza Nazionale. Nessuna intesa questa volta con il centrodestra, tanto che Scopelliti ha scelto appunto di correre per la poltrona di sindaco, sostenuto da due liste civiche, Como Futura e “Giovane Como”, quest’ultima composta al 90% di giovani dai 18 ai 33 anni, per riavvicinare i giovani alla politica.
Il centrosinistra candida Maurizio Traglio, vincitore delle primarie. L’aspirante primo cittadino è sostenuto dalla lista sVolta civica, da una seconda lista civica di area ambientalista, Ecologisti e reti civiche e dal Partito Democratico.
Anna Campaniello

Articoli correlati