Sindaco e giunta rinunciano alle indennità

Per interventi nel sociale a Rovello Porro
(l.o.) Niente indennità per la giunta di Rovello Porro. Il sindaco Gabriele Cattaneo e i suoi assessori hanno intenzione di rinunciare al compenso che spetta loro come amministratori e di devolverlo ai bisogni della comunità rovellese. Al sindaco spetterebbero 1.115 euro lordi al mese, al suo vice 390 mentre a ciascun assessore 334.

L’importo complessivo lordo annuo supera di poco i 30mila euro lordi, che saranno destinati in particolare al campo sociale. «Abbiamo delle priorità ma non abbiamo affatto intenzione di realizzarle con i fondi delle casse comunali – spiega il sindaco – Rinunceremo alle nostre indennità: convoglieremo questi soldi in un’apposita cassa della Lega Nord, partito con cui mi sono candidato. Nel caso di necessità utilizzeremo i soldi di questa cassa, controllata da una persona di fiducia cui abbiamo affidato questo incarico». In particolare i soldi verranno destinati a piccoli interventi. «Il primo obiettivo è l’acquisto di un’altalena per bambini disabili che verrà collocata nel parco di via Bernardino Luini», spiega Cattaneo.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.