Sipos, romanzo thriller ambientato ai Corni di Canzo

La copertina del romanzo "La ragazza col cappotto rosso" di Nicoletta Sipos

La scrittrice Nicoletta Sipos ha appena pubblicato il thriller Lena & il Moro (Edizioni Ares, Collana «Narratori» – pp. 160, euro 15). Si tratta di una storia avvincente di intrecci, di suspense, di svolte dal sapore lievemente noir ambientata ai Corni di Canzo, nel Comasco. È la storia di una professoressa in pensione (con una vaga somiglianza con l’attrice Maggie Smith, la nonna di Downton Abbey) preoccupata da un futuro di salute incerto e un giovane incauto che si trova in un grosso guaio. Lei, Lena Tilles non ha fiducia nei ragazzi. Lui, Gerardo Moro (Gerry per gli amici) diffida degli anziani. Lei teme che lui voglia derubarla o peggio. Lui è convinto che lei mediti di ucciderlo. Si incontrano sul costone di una collina alla Vigilia di Natale sotto la peggiore nevicata del secolo. Lui si scopre inseguito da due loschi figuri. Lei – per par condicio – riceve due visite a sorpresa. Insieme affronteranno una vicenda surreale che cambierà per sempre le loro vite. Perché a Natale, tutto è possibile. Una favola di stagione che sul filo del paradosso mescola tenerezza, speranze e voglia di cambiare sia da giovani sia nella terza età.
Nicoletta Sipos lo dice con chiarezza: «Lena sono io, in fondo, e ho conosciuto molti giovani che somigliano al Moro. La vicenda mi piace perché conferma che le apparenze ingannano, i pregiudizi confondono, che c’è sempre spazio per cambiare sia da giovani che in età più avanzata, e che la vita ci riserva infinite sorprese. Ho scritto di cose alquanto serie senza farlo pesare troppo e guardando sempre al risvolto buffo. Mi sono molto divertita e spero di divertire. Sono affezionata alla trama e ai personaggi di questa vicenda che è di fantasia, ma contiene molte parti di verità».
«Scrivere questa storia è stata pura gioia – commenta – E pensare che l’ho riscritta tredici volte, ma è la verità. Com’è vero che riscrivendo e levigando non mi sono mai annoiata e la mia fiducia nel progetto non è mai venuta meno».
Nicoletta Sipos è giornalista e scrittrice: ha scritto per quotidiani («Il Giorno» e «Avvenire»), settimanali («Gente» e «Chi») e mensili («Studi Cattolici») e parla ancora di libri su «Chi» e sul blog www.nicolettasipos.it. Ha parlato della Shoah ne La promessa del tramonto (Garzanti) e ne La ragazza con il cappotto rosso (Piemme). Il libro sarà presentato in anteprima martedì 3 novembre alle 18 sulla pagina Facebook delle Edizioni Ares: con l’autrice dialogherà la scrittrice Elena Mora.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.