Siria: 6.500 bimbi in fuga al giorno

Unicef

(ANSA) – ROMA, 2 FEB – "La crisi nel nord-ovest della Siria si sta trasformando in una crisi di protezione dell’infanzia di dimensioni senza precedenti: la violenza dell’ultima settimana ha costretto 6.500 bambini a fuggire ogni giorno, portando il numero totale dei bambini sfollati nella zona a più di 300.000 dall’inizio di dicembre". E’il grido d’allarme del Direttore generale dell’Unicef Henrietta Fore. L’organizzazione dell’Onu per l’infanzia stima che 1,2 milioni di bambini ha disperato bisogno di cibo, acqua e medicine. I bambini e le famiglie si stanno rifugiando in strutture pubbliche, scuole, moschee, edifici incompiuti e negozi. Molti vivono semplicemente all’aria aperta, anche nei parchi, in mezzo a forti piogge e al freddo gelido. L’accesso ai servizi più elementari come la salute, l’acqua o i servizi igienici è molto limitato o inesistente.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.