Siria, colpita raffineria in zona Homs

L'attacco con droni provoca solo danni

(ANSAmed) – BEIRUT, 21 DIC – Una raffineria di petrolio e una stazione di produzione di gas naturale e combustibile domestico è stata colpita nella Siria centrale da droni in un attacco che il governo siriano attribuisce a non meglio precisati terroristi. Secondo l’agenzia governativa Sana, che cita il ministro del petrolio e delle risorse minerarie Ali Ghanem, l’attacco è avvenuto nella notte nella regione di Homs e ha danneggiato alcune strutture della produzione di gas naturale e combustibili per uso domestico. L’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus) conferma l’attacco avvenuto con droni e sottolinea il fatto che quest’azione avrà ripercussioni sulla vita quotidiana dei cittadini in un contesto di penuria di combustibile per il riscaldamento delle abitazioni nel periodo invernale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.