Siria: Onu denuncia un decennio di morte e distruzione

Violazioni di diritti umani contro la popolazione

(ANSA) – GINEVRA, 18 FEB – A meno di un mese dal decimo anniversario del conflitto e della crisi in Siria, la Commissione d’inchiesta dell’Onu ha lanciato oggi un appello per un rilancio degli sforzi internazionali per porre fine al conflitto e mettere il Paese sulla via della pace e della giustizia. In un rapporto di 20 pagine, il 33esimo dallo scoppio della crisi, i tre membri della Commissione d’inchiesta sulle violazioni dei diritti umani in Siria ricordano che negli ultimi dieci anni le parti in conflitto hanno commesso atroci violazioni del diritto internazionale umanitario e dei diritti umani a scapito della popolazione siriana. "È probabile che tali atti costituiscono crimini contro l’umanità, crimini di guerra e altri crimini internazionali, compreso il genocidio", sottolineano. "Le parti di questo conflitto hanno inoltre beneficiato dell’intervento selettivo e della dolorosa negligenza della comunità internazionale", afferma il presidente della Commissione Paulo Pinheiro in un comunicato che denuncia "un decennio di morte, diniego e distruzione".(ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.