Sisme, stipendi ridotti. La proposta dei sindacati

OLGIATE COMASCO
Passo avanti nelle trattative tra Sisme, azienda metalmeccanica di Olgiate Comasco, e sindacati. Le parti sociali, in modo unitario, hanno presentato all’azienda una proposta di riduzione del costo del lavoro pari a 700mila euro in due anni (l’azienda chiedeva un milione in meno). «Vogliamo che paghino tutti, se bisogna pagare – dice Alberto Zappa, segretario della Fim Cisl di Como – dai dirigenti in giù». Secondo questo piano, ogni dipendente della Sisme rinuncerebbe al 3,5% del salario. Ma l’obiettivo dei sindacati è lavorare per evitare che questa riduzione del costo del lavoro sia automatica. La proposta delle parti sociali è stata presentata ieri pomeriggio. Sindacati e azienda si incontreranno martedì prossimo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.