Slitta di oltre un mese il piano asfalti. Rischio caos per l’inizio delle scuole

Lavori al via soltanto dal 27 agosto. Cantieri unicamente nelle ore notturne
Slitta di oltre un mese il primo lotto del piano asfalti, che di fatto andrà a sovrapporsi al secondo blocco di interventi programmati per l’estate. I cantieri saranno aperti a partire dal 27 agosto prossimo, con il rischio di non venire chiusi prima dell’avvio del nuovo anno scolastico. Gli operai lavoreranno esclusivamente nelle ore notturne e questo dovrebbe almeno scongiurare la paralisi viabilistica. L’avvio di una prima serie di asfaltature era stato annunciato per il 16 luglio
scorso. «Parliamo di lavori già assegnati alla ditta che si è aggiudicata l’appalto – dice senza nascondere il suo disappunto l’assessore ai Lavori pubblici Daniela Gerosa – Purtroppo l’iter burocratico è stato comunque un’odissea e la determina di aggiudicazione non so più quanti “giri” tra gli uffici abbia fatto. Stiamo lavorando perché questo non accada più, ma intanto l’effetto è che il primo lotto delle asfaltature è rimandato a fine agosto. In pratica non ci saranno più due blocchi di lavori, ma un intervento complessivo».
Il primo cantiere ad aprire i battenti sarà quello di via per Cernobbio, seguito da via D’Annunzio, tra via Varesina e via Risorgimento, e via Bellinzona. «Non posso dire di essere soddisfatta, ma purtroppo è andata così – ammette la Gerosa – Sarà inevitabilmente una lotta contro il tempo per finire le opere prima della ripresa delle scuole. Resta comunque confermata la decisione di lavorare esclusivamente nelle ore notturne, dalle 21 alle 6 del mattino, anche qualora ci fosse il rischio di non terminare in tempo. I disagi per il traffico in caso di lavori diurni sarebbero maggiori rispetto ai benefici legati alla riduzione dei tempi di intervento».
Gli operai, salvo ulteriori problemi, saranno al lavoro a partire dalla notte del 27 agosto. Complessivamente, l’investimento previsto è di 800mila euro. «L’obiettivo è di procedere con tutte le asfaltature che erano state programmate – spiega Daniela Gerosa – La priorità spetterà alle strade con il maggiore carico di traffico. Si comincia dunque con via per Cernobbio, interessata dai lavori nel tratto finale, da Villa Olmo a via Conciliazione. Allo stesso tempo apriremo i cantieri in via D’Annunzio e in via Bellinzona. Stiamo valutando se procedere subito anche con via dei Partigiani e via Colonna. I lavori si sposteranno poi a Lazzago, sulla rampa di ingresso dell’A9 in direzione Milano e sulla diramazione di via Colombo».
L’assessore alla Mobilità, in accordo con i dirigenti degli uffici competenti, sta mettendo a punto i dettagli del piano di lavoro. «L’obiettivo resta quello di portare a termine tutti i lavori previsti prima della metà di settembre – dice ancora Daniela Gerosa – In questi giorni stiamo valutando come e quando intervenire qualora ci trovassimo con qualche tratto di strada che non fosse terminato nei tempi stabiliti. In ogni caso sarà fondamentale non andare a creare disagi alla viabilità dopo l’apertura delle scuole sulle strade con flussi di traffico maggiori».

Anna Campaniello

Nella foto:
Per vedere fresare e asfaltare le strade di Como si dovrà attendere un mese

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.