Smog a Como, polveri sottili fuori dai limiti
Ambiente, Trasporti e viabilità

Smog a Como, polveri sottili fuori dai limiti

Pronte a scattare le misure di primo livello Pm 2,5: ieri raggiunti 62 microgrammi, più del doppio del valore di guardia

Smog alle stelle a Como: domenica, per il quarto giorno consecutivo, è stato registrato un livello di polveri sottili nell’aria superiore alla soglia d’allarme.

Il traffico del primo weekend di dicembre, i riscaldamenti al massimo per contrastare la prima vera ondata di freddo, uniti all’assenza di venti e piogge, hanno fatto cadere in picchiata la qualità dell’aria che respiriamo. Il trend negativo, stando ai dati rilevati dalla centralina di Como Centro, è iniziato giovedì 29 novembre, con 52 microgrammi di Pm10 ogni metro cubo d’aria. Il limite è 50. Il valore è poi salito venerdì a quota 68, fino a toccare il picco sabato – giorno in cui la città era assediata dalle auto – con 84 microgrammi al metro cubo. Ieri le centraline hanno registrato 72 microgrammi.

Ancora più preoccupante l’andamento del Pm2.5, il particolato ancora più sottile che si insinua più a fondo nelle vie respiratorie: il valore di guardia è 25 microgrammi, sabato si è toccato il picco di 72 microgrammi, quasi il triplo. Ieri la centralina ha segnato 62 microgrammi, più del doppio rispetto al valore di guardia.

E inevitabilmente anche il traffico in aumento per il periodo natalizio ha contribuito all’impennata dei valori di inquinanti nell’aria. Il piano del traffico studiato dal Comune di Como per cercare di limitare l’acces so in convalle ai visitatori per adesso non ha infatti mostrato una grande efficacia visto che molti dei parcheggi di cintura messi a disposizione, con tariffe vantaggiose, per scongiurare l’invasione dei mezzi sono rimasti vuoti. «Farò il punto con l’assessore alla Mobilità nelle prossime ore per capire se e dove sarà possibile intervenire», ha detto il sindaco Landriscina.

Intanto, se la situazione non dovesse migliorare, Regione Lombardia potrebbe decidere di attivare in provincia di Como le misure di primo livello. Da quest’anno, infatti, è il Pirellone (negli anni passati spettava al Comune) a decidere se introdurre questi provvedimenti, in base ai dati provinciali sullo smog. Dati che per ora indicano nel complesso tre giorni di superamento – venerdì, sabato e domenica – visto che giovedì le Pm10 erano sotto la soglia limite sia a Cantù sia a Erba. Se anche oggi la media provinciale delle poveri sottili dovesse essere sopra la soglia, la Regione valuterebbe l’introduzione delle misure di primo livello. Tra queste: blocco dei diesel fino a Euro 4 tutti i giorni, festivi compresi, dalle 8.30 alle 18.30, e, sempre tutti i giorni, festivi compresi dalle 8.30 alle 12.30, blocco dei veicoli trasporto merci diesel Euro 3.

4 Dicembre 2018

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto