Smog, il Comune boccia le targhe alterne

Il caso Palazzo Cernezzi evita di bloccare le auto ma annuncia maggiori controlli sui riscaldamenti
L’assessore all’Ambiente Peverelli: «Sarebbe un provvedimento patacca»
Niente targhe alterne a Como, sono un «provvedimento patacca». Così almeno le ha definite ieri l’assessore all’Ambiente di Palazzo Cernezzi, Diego Peverelli, al termine della giunta in cui è stata respinta l’ipotesi di intervento per contrastare lo smog. Nel contempo, però, l’esecutivo ha deciso di prevedere maggiori controlli delle temperature negli edifici pubblici e privati, nonché verifiche accurate sugli scarichi dei mezzi pubblici, dei mezzi pesanti e delle automobili.
A PAGINA 3 In primo piano

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.