Sogni d’alta quota

Calcio Lega Pro – Calendario non proibitivo per i lariani nei prossimi due turni, prima della prova del nove con la Ternana. Grande equilibrio in zona playoff
Il posticipo di campionato – vinto dalla Pro Vercelli per 1-0 sulla Spal, con una rete giunta solo nei minuti finali – ha lanciato al terzo posto della classifica la squadra piemontese, spingendo il Como in 6ª dietro al Pisa (anche se solo per la sconfitta rimediata dagli azzurri all’Arena Garibaldi). Ad oggi, dunque, la squadra di mister Ernestino Ramella sarebbe fuori dai playoff. A questo punto della stagione, con una classifica cortissima soprattutto in vetta alla graduatoria e con

ancora molti scontri diretti da giocare, abbiamo voluto dare un’occhiata al calendario quando mancano tre sole giornate alla fine del girone di andata. E, di conseguenza, alla proclamazione del campione d’inverno per il girone A della Lega Pro.
Un titolo che sembrerebbe non poter sfuggire alla Ternana (+4 sul primo inseguitore, il Taranto) anche se i rossoverdi umbri sono attesi da un calendario con ben due scontri diretti casalinghi (Pro Vercelli al prossimo turno, e Como all’ultima dell’andata). Insomma, il Taranto, che ha tre gare tutte abbordabili, potrebbe non essere ancora tagliato fuori dalla prima piazza del girone A.
Pro Vercelli di fuoco
La lanciatissima squadra piemontese, reduce da quattro vittorie consecutive, è invece quella che ha il calendario di gran lunga più difficile. La Pro Vercelli è l’unica, infatti, ad essere attesa da tre scontri diretti negli ultimi turni, due dei quali da giocare fuori casa con Ternana e Carpi. I piemontesi dovranno faticare per conservare la terza piazza nei confronti di un Carpi che – oltre al confronto diretto davanti al proprio pubblico – potrà contare anche su una gara facile con il Foligno. Il resto delle gare delle squadre di testa è consultabile nella tabella qui a fianco, mentre da ultimo segnaliamo il possibile colpo di scena della Tritium che è la formazione con il cammino decisamente più semplice: tolta la trasferta di Sorrento, infatti, i lombardi affronteranno le abbordabili Pavia e Viareggio.
Cammino azzurro
Anche il Como, guardando la graduatoria, potrebbe non essere messo male. Molto, tuttavia, dipenderà dal derby di lunedì nel posticipo televisivo con il Monza. Una gara che se vinta potrebbe aprire ai ragazzi di Ramella scenari inattesi di alta quota, da confermare poi in casa con il Lumezzane reduce da due ko di fila. La chiusura sarà però sul campo della capolista Ternana, in quella che senza dubbio è la partita più difficile della stagione. Un buon banco di prova, tuttavia, proprio per misurare le ambizioni lariane in questo campionato molto equilibrato. Intanto, anche l’ultimo turno ha confermato la bontà dell’attacco del Como – due reti realizzate contro il Pavia e secondo miglior reparto del girone – ma anche le difficoltà della difesa (sesta peggiore della Lega Pro). Difetti da migliorare in vista di Monza contro una squadra che fino ad oggi, in casa, ha vinto una sola volta contro la Spal per 3-1. Un derby, tra l’altro, da affrontare senza il capitano Orlando Urbano fermato dal giudice sportivo per una giornata.

Mauro Peverelli

Nella foto:
Mister Ernestino Ramella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.