Soldi non dichiarati fermati in dogana: in un caso erano nascosti tra i fazzolettini di carta

Una parte del contante fermato in dogana

Aveva dichiarato di avere 40mila euro l’imprenditore elvetico, residente in Svizzera, trasportava una somma molto più consistente: 77.845 euro (71mila franchi svizzeri, tutti in tagli da mille, e 13.300 euro prevalentemente in banconote da 200). La scoperta, al valico autostradale di Brogeda, è stata fatta dall’Agenzia delle Dogane e dai militari della Guardia di Finanza di Ponte Chiasso. Si è proceduto a sequestrare il 50% dell’eccedenza – per un controvalore complessivo di 34.000 euro – oltre le commissioni per il cambio valuta. Tale somma è trattenuta a garanzia del pagamento della sanzione amministrativa. Sempre nel corso delle ultime settimane, sono state contestate cinque violazioni dell’obbligo di dichiarazione valutaria. È stata così impedita l’importazione della somma complessiva di 124.849 euro. I cinque trasgressori erano di nazionalità tunisina, tedesca, svizzera e kosovara. Uno di questi ha tentato di nascondere i soldi all’interno di una scatola di fazzolettini di carta.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.