Solidarietà, i salmoni sequestrati arrivano alle mense dei poveri

Salmone

Cena di Natale a base di salmone solidale per i bisognosi di Como. Hanno potuto beneficiare dei proventi di un sequestro avvenuto nel porto di Genova: alcune tonnellate di salmone fresco intero eviscerato confiscate dalla Capitaneria. Tramite il Tribunale di Como i beni alimentari sono stati affidati all’Ats Insubria, Distretto Veterinario Como Sud, perché provvedesse ad affidarli, verificatane la commestibilità, a enti benefici. E così è stato. «Tutto grazie alla legge Gadda 166 del 2016, che concede la possibilità di donazione di alimenti sotto sequestro con caratteristiche di idoneità al consumo», dice Monica Molteni, coordinatrice di Siticibo a Como, servizio del Banco alimentare della Lombardia onlus dedicato al recupero dei cibi freschi, che a Como conta su circa 40 volontari e due furgoni refrigerati. Uno dei quali è stato usato per le consegne dei salmoni.
«I veterinari di Ats ci hanno rilasciato dopo le opportune campionature un certificato di idoneità in base al quale abbiamo potuto donare alle strutture di carità i pesci sequestrati – dice Molteni – Siamo molto contenti, è la prima volta che veniamo coinvolti nella zona di Como in un dissequestro e viene applicata la legge Gadda. Trovo innovativo e bello che si sia potuto attuare la normativa in un periodo dell’anno significativo come il Natale e che si sia potuta sviluppare in così breve lasso di tempo una forte attività di rete, che ha unito Tribunale, Ats Insubria con il suo servizio veterinario deputato al controllo degli alimenti e le strutture onlus del territorio».
Va precisato che i veterinari di Ats la vigilia di Natale hanno sentito tutte le realtà onlus della zona interessate. Dato che la sede centrale della Lombardia del Banco alimentare era chiusa sono subentrati i comaschi di Siticibo che hanno permesso di recuperare per i poveri di Como circa 240 chili di salmone. Il resto è andato ad altre strutture della regione.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.