Solidarietà, la raccolta di abiti usati diventa digitale. E c’è anche il buono sconto

© | Il nuovo contenitore di Humana

La tecnologia al servizio della solidarietà. È sbarcato a Como, presso il Mercato Coperto – Padiglione Produttori di via Mentana 5, Clothes for Love, il contenitore digitale per la raccolta di abiti usati, a cura dell’organizzazione umanitaria Humana People to People Italia, in collaborazione con il Comune di Como e con la Rete Riuso.

Il contenitore per la raccolta di abiti e scarpe usati è completamente digitalizzato con tecnologie di ultima generazione. Obiettivo del progetto è la trasformazione di un semplice gesto di solidarietà e di tutela ambientale in un momento di dialogo con il cittadino, che per la prima volta contribuisce anche a incentivare lo sviluppo del proprio territorio.

«Oggi inauguriamo anche qui a Como questo innovativo progetto che rivoluziona il modo di raccogliere gli indumenti usati. Il contenitore ha una tecnologia all’avanguardia e consente l’avvio di un dialogo con il cittadino che dona i propri abiti usati. Rilevante è inoltre lo stimolo offerto alle attività del territorio, attraverso il meccanismo dei buoni sconto. Come per tutti i contenitori con il logo Humana, resta sempre lo scopo solidale e ambientale della raccolta degli indumenti», afferma la Responsabile Comunicazione di Humana, Stefania Tiozzo.

Il nuovo contenitore si differenzia dal tradizionale giallo per numerosi aspetti: la struttura a forma di cuore e di colore rosso vuole evidenziare la generosità che accompagna la donazione degli indumenti così come l’attenzione all’ambiente; il vano d’inserimento dei vestiti non ha la maniglia basculante ma un’apertura antintrusione di più facile utilizzo; la presenza di sensori volumetrici e di un dispositivo di pesatura interna consentono un servizio più curato. Elemento distintivo è il touchscreen digitale, che consente al cittadino di interagire mediante un monitor, ottenendo informazioni relative al conferimento dei vestiti. Ma la maggiore novità riguarda la possibilità di ottenere eco-gift: dopo la donazione, infatti, è possibile selezionare dal monitor un buono sconto, che viene stampato in tempo reale, per l’acquisto di prodotti sostenibili come alimentari bio, lampadine a basso consumo o prodotti e servizi di piccoli riparatori e botteghe locali. A questo buono se ne aggiunge un secondo di “benvenuto” da parte di Humana, come ulteriore riconoscimento al donatore. Il coinvolgimento delle persone è alla base di questo progetto che ha l’obiettivo di dare valore alla solidarietà dei cittadini, che donando i propri indumenti supportano le attività d’inserimento scolastico nella zona di Chilangoma, in Malawi.

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.