Sollievo ad agosto per bar e ristoranti al mare

Un disastro nelle città d'arte

(ANSA) – ROMA, 25 AGO – Un agosto a tinte fosche per i bar e i ristoranti del Belpaese, dopo un periodo "disastroso", ed un futuro che si preannuncia denso di nubi a causa di una netta ripresa dei contagi da Covid in tutta la penisola. "Generalmente rispetto agli altri anni c’è un calo, anche del 30%", del fatturato di bar e ristoranti ad agosto di quest’anno ma "la situazione è anche a macchia di leopardo: nelle zone balneari agosto non è andato male mentre nelle città d’arte le cose stanno andando molto male", dice il presidente di Fiepet, l’associazione di categoria di Confesercenti, Giancarlo Banchieri. Gli fa eco Roberto Calugi, direttore generale Fipe-Confcommercio che parla di una "boccata di ossigeno" ad agosto per i bar e i ristoranti di quei luoghi "legati ai posti di villeggiatura, come mare e montagna" perché c’è stato il "turismo italiano" mentre "nelle città d’arte, dove è mancato tantissimo il turismo straniero, la situazione è drammatica". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.