Cronaca

Sono 28 le scadenze entro dicembre

Una selva di tasse

Sono 28 le scadenze fiscali che le imprese italiane dovranno rispettare entro dicembre. Tra tasse e imposte, gli imprenditori verseranno nelle casse dello Stato almeno 76 miliardi di euro. Secondo la stima della Cgia di Mestre, l’imposta che metterà maggiormente in difficoltà gli italiani sarà l’Iva: basti pensare che le imprese dovranno versare all’erario 26,5 miliardi di euro.
L’aliquota ordinaria Iva è aumentata dal 21% al 22% lo scorso mese. Dal gettito complessivo, pari a poco più

di 76 miliardi di euro, non sono state incluse le cifre riguardanti i versamenti relativi all’ultima rata della Tares (la nuova tassa sui rifiuti) e i contributi Inps a carico delle imprese e dei dipendenti. L’applicazione del nuovo tributo ambientale è stata posticipata a fine anno. La normativa ha stabilito che i Comuni possono decidere il numero delle rate di versamento. La determinazione dell’ammontare complessivo dovuto a titolo di Tares avverrà con l’ultima rata di dicembre, dalla quale saranno detratti gli anticipi.

21 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto