Sono già da rifare i pavimenti del nuovo S.Anna

A un anno dall’inaugurazione
Pavimenti da rifare nel nuovo Sant’Anna. A un anno dall’inaugurazione, il 5% circa della superficie del presidio di San Fermo della Battaglia presenta “bolle” o altre irregolarità che richiedono la sostituzione del linoleum. I lavori inizieranno nei prossimi giorni e saranno a carico della società che ha realizzato l’ospedale. Complessivamente, l’intervento interesserà un’area di 2.500 metri quadrati (su un totale di circa 51mila). Una prima sostituzione era già stata fatta l’estate

scorsa, approfittando della fisiologica riduzione dei pazienti che si registra in luglio e agosto.
Gli operai erano intervenuti, in particolare, sulle aree comuni e su alcuni corridoi dei reparti di degenza.
A partire dai prossimi giorni, il cantiere si sposterà in altri spazi comuni e di passaggio di operatori e pazienti.
Dal 27 dicembre e fino all’8 gennaio, poi, il rifacimento interesserà i corridoi delle degenze di Chirurgia 1 e 2 al secondo piano. Tutti i costi, come detto, saranno a carico del concessionario, perché si tratta di problemi emersi già nel periodo immediatamente successivo alla chiusura dei lavori e all’inaugurazione del nuovo ospedale. Non a caso, il disagio era stato subito segnalato anche da numerosi operatori e pazienti, allarmati per la presenza di anomale “bolle” in molti punti della pavimentazione.
«Vogliamo ridurre il più possibile il disservizio per gli utenti – si legge in una nota diffusa dalla direzione dell’azienda di via Ravona – Abbiamo scelto, per questo, di velocizzare l’esecuzione dei lavori, rendendo disponibili i settori sopraindicati nel periodo delle festività natalizie, durante il quale si assiste ad un significativo calo della domanda di interventi programmati».
Salvo imprevisti, già al termine delle festività natalizie l’attività chirurgica programmata riprenderà a pieno regime. «Nella fase di esecuzione dei lavori provvederemo a un potenziamento dell’offerta per interventi chirurgici in emergenza, urgenza e urgenza differibile – conclude la nota – A partire dal giorno 9 gennaio 2012 poi verrà ripresa l’attività programmata».

Anna Campaniello

Nella foto:
Sono già da rifare i pavimenti di una parte del nuovo Sant’Anna

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.