Sopralluogo al Lido di Villa Olmo. L’assessore: «Condizioni pessime»

Nella piscina nuotano le anatre. Possibile la riapertura della spiaggia

Erba alta e piscine a secco trasformate in stagni per le anatre. È la triste fotografia – scattata ieri pomeriggio – del lido di Villa Olmo a circa un anno dalla chiusura. Lontani i tempi dei tuffi nel lago, dei bagni in piscina e degli asciugamani stesi al sole.
Il Lido dei comaschi, «uno tra i posti più belli di Como», come lo ha definito l’assessore comunale al Patrimonio, Francesco Pettignano, ha ricevuto la visita dello stesso Pettignano, di Giorgio Porta e di Maurizio Locatelli della società Villa Olmo Lido, gli ex gestori che torneranno ad occuparsi della struttura.
Un sopralluogo per valutare la situazione dell’impianto. «Le condizioni del posto sono pessime – spiega Pettignano – Mercoledì (oggi, ndr) ci incontreremo in Comune con gli ex gestori per capire i tempi di riapertura e i costi per sistemare la struttura».
Gli ex gestori, nei giorni scorsi, hanno fatto sapere di essere pronti a riaprire inizialmente soltanto la spiaggia, tenendo chiuse le piscine in attesa dei lavori necessari.
La speranza dei turisti e soprattutto dei cittadini comaschi – quella di riappropriarsi del Lido almeno per l’ultima coda dell’estate – sembra dunque svanire, mentre a godere di ciò che la struttura attualmente offre sono soltanto le anatre.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.