Sorpresa a rubare negli appartamenti: arrestata una 28enne rumena

Una volante della Questura di Como

La Polizia di Stato ha arrestato per furto aggravato una cittadina rumena, 28 anni sorpresa a rubare in un appartamento. I fatti risalgono alla giornata di ieri, quando alla sala operativa della Questura sono giunte diverse segnalazioni su rumori sospetti provenienti da uno stabile in via Donatori di Sangue. I poliziotti delle volanti si sono portati sul posto, sorprendendo sull’uscio di un appartamento una donna che alla vista degli operatori ha anche tentato di scappare.

Una volta bloccata, da un controllo della borsa, gli agenti hanno trovato diverse chiavi di autovetture ed oggetti di vario tipo tra cui alcuni monili rubati, poi riconosciuti dai proprietari nelle denunce. La donna aveva con sé anche un coltello ed arnesi verosimilmente utilizzati per scassinare serrature: tutto è stato posto sotto sequestro.

Da un controllo dei vari locali e appartamenti dello stabile, i poliziotti hanno accertato la presenza di un’abitazione con la porta aperta e completamente a soqquadro. A piano terra, inoltre, buona parte delle cassette della posta erano state danneggiate e la corrispondenza all’interno trafugata. Accompagnata la donna in Ufficio, da un controllo delle banche dati a disposizione, la polizia ha scoperto che la stessa sospettata aveva a proprio carico già un arresto per resistenza a pubblico ufficiale, eseguito in provincia di Monza Brianza lo scorso Novembre.

La donna è stata quindi arrestata con l’accusa di furto aggravato in abitazione, ed indagata a piede libero per violazione e la soppressione della corrispondenza. Il giudizio con rito direttissimo si è tenuto questa mattina: dopo la convalida dell’arresto, il giudice ha concesso i termini a difesa. Intanto, però, la donna resterà in carcere in attesa della prossima udienza, fissata per il prossimo 15 dicembre.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.