Sorpreso a rubare in casa e inseguito, due anni di condanna per un 55enne

Carabinieri

È stato sorpreso a rubare all’interno di una casa di Fino Mornasco.
I proprietari l’hanno messo in fuga e inseguito, riuscendo anche a immobilizzarlo per poi attendere l’arrivo dei carabinieri di Fino Mornasco e di Appiano Gentile. In manette è così finito un comasco di 55 anni, che ieri mattina è stato processato per direttissima in tribunale con l’accusa di furto in abitazione. Assistito dall’avvocato Livia Zanetti, ha scelto di farsi giudicare in Abbreviato rimediando due anni e due mesi di pena più 740 euro di multa.

Il giudice ha poi disposto la permanenza del 55enne ai “domiciliari”. L’episodio risale alla serata di sabato scorso. L’uomo – quando è stato scoperto – aveva già rubato il portafoglio, borse e denaro contante per circa 500 euro.

Ha poi tentato la fuga venendo tuttavia raggiunto e immobilizzato dalla vittima del furto. Il ladro è stato infine consegnato ai carabinieri. L’intera refurtiva è stata recuperata e restituita ai legittimi proprietari. Ieri mattina infine, dopo due notti in camera di sicurezza, si è svolto il processo con rito direttissimo. L’uomo, già ben noto alle forze di polizia e con molti precedenti, ha scelto il rito Abbreviato e il successivo sconto di un terzo della pena. Il giudice monocratico l’ha poi condannato a 2 anni e 2 mesi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.