Sospetto cluster locale Porto Rotondo,scatta contact tracing

Primi casi tra giovani romani.Ministero allerta Regione Sardegna

(ANSA) – ROMA, 16 AGO – Un possibile cluster in un noto locale di Porto Rotondo in Sardegna ha fatto scattare il contact tracing oltre che tamponi a tappeto. L’allarme sarebbe scattato dopo che alcuni ragazzi romani, che avevano partecipato ad una serata-evento il 9 agosto, si sono sentiti male e sono ricorsi ai test. Due ragazze sono risultate positive, seguite da altri ragazzi anche loro contagiati. Il tam tam si è sparso tra i partecipanti alla serata, decine provenienti dai quartieri di Roma Nord arrivati nel locale per un evento che prevedeva la partecipazione di un dj romano. E’ scattata subito l’indagine tra i familiari e gli amici entrati in contatto ma anche fra chi, molti giovani, aveva partecipato alla serata. Gli ospedale romani dove si sono rivolti i ragazzi per i tamponi hanno allertato la Asl Roma 1 che ha fatto scattate l’indagine epidemiologica. Il Dipartimento di prevenzione del Ministero della Salute ha informato la Regione Sardegna che ha avviato tamponi a tappeto (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.