Sospetto-Covid anche in Procura a Como, ufficio di un pm in quarantena. Si attendono riscontri

Tribunale di Como

Inizia a farsi pesante la situazione in Tribunale a Como. Dopo i guai dei giorni scorsi che avevano coinvolto l’ufficio dei Giudici delle indagini preliminari, con una cancelliera trovata positiva al Covid-19 e i colleghi finiti in quarantena, con inevitabili rallentamenti nelle udienze e nell’ottemperare al lavoro quotidiano, ora è la Procura che potrebbe essere stata colpita dal virus. Il condizionale è d’obbligo in quanto le verifiche sono ancora in corso.
Nelle scorse ore infatti, in seguito alla positività di un contatto, un pubblico ministero del palazzo di giustizia lariano sarebbe andato a sottoporsi al tampone, ricevendo risposta dopo tre giorni con indicata la positività al Covid-19. Sono così scattate immediatamente le procedure di messa in quarantena non solo dell’ufficio interessato (la cancelliera e la polizia giudiziaria) ma anche di un secondo pm, non trovato positivo ma finito comunque a sua volta in isolamento volontario perché in contatto con il collega. Abbiamo però usato il condizionale in quanto all’Ats Insubria non risulterebbe la positività del tampone del magistrato, contrariamente a quanto comunicato dal referto scaricabile. Insomma, nelle prossime ore il pm si sottoporrà di nuovo al tampone e, nel frattempo, gli uffici rimarranno in quarantena.
Dopo i Gip, dunque, anche la Procura di Como si trova in difficoltà, con i turni che sono stati rivisti anche in seguito a queste poco gradite notizie e in attesa di ulteriori verifiche.
Due settimane fa, come detto, un caso di positività era stato segnalato in relazione a una cancelliera dell’ufficio del giudice delle indagini preliminari. Tutto l’ufficio anche in questo caso si era messo in isolamento fiduciario, con la comunicazione dell’Ats che era poi giunta solo molti giorni dopo.
Le udienze preliminari in queste due settimane hanno subito delle inevitabili conseguenze con rallentamenti e rinvii soprattutto in merito ai due (su cinque) uffici Gip più colpiti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.