Sosta a pagamento in curva. Battaglia a suon di “Codice”

alt

Il caso di via Dottesio
Un lettore: «L’articolo 158 parla chiaramente di divieto»

(p.an.) Si intensificano i tentativi di ostruzione al nuovo piano parcheggi che sta cancellando giorno dopo giorno 512 posti auto bianchi per trasformarli in blu, ossia a pagamento. Così, mentre i residenti in alcuni quartieri che non avevano mai dovuto fare i conti con il parcometro si sono messi in coda davanti agli uffici di Csu per chiedere un permesso annuale e fanno incetta di monetine per arrivare senza multe fino al giorno dell’eventuale sorteggio, la battaglia si gioca a suon di Codice

della Strada.
È il caso di via Dottesio a tenere ancora banco. Sulla curva che immette in via Briantea vigeva il divieto di sosta. Divieto cancellato dalle strisce blu. «Nel momento in cui abbiamo istituito i parcheggi a pagamento abbiamo verificato e accertato che la sosta è possibile» aveva spiegato l’assessore alla Viabilità, Daniela Gerosa. E ora, un lettore chiede di rendere noti i nomi dei tecnici che hanno portato a questo provvedimento. Anche perché a riguardo il Codice della Strada non lascerebbe spazio a molte interpretazioni. L’articolo 158 citato dal lettore recita infatti che la fermata e la sosta sono vietate – secondo il comma C – “sui dossi e nelle curve e, fuori dei centri abitati e sulle strade urbane di scorrimento, anche in loro prossimità”. E per il comma d “in prossimità e in corrispondenza di segnali stradali verticali e semaforici in modo da occultarne la vista”. Due condizioni che sussistono, secondo il lettore, in via Dottesio.
Proseguono intanto, pur con qualche intoppo, gli interventi collegati alla revisione del Piano della sosta. Venerdì è stata modificata la segnaletica in viale Varese, mentre in via Borsieri l’intervento è stato rinviato a seguito della comunicazione di uno scavo che dovrà essere effettuato da Acsm-Agam. Domani, lunedì, i lavori riguarderanno le vie Italia Libera, Torriani e Benzi, martedì 30 luglio le vie Borgovico e Masia, mercoledì 31 luglio piazza Giovanni Paolo II e via Leoni. Per consentire la modifica della segnaletica e la posa dei parcometri, i lavori comportano il divieto di sosta. I cartelli con le indicazioni sui giorni e gli orari vengono posizionati nelle 48 ore precedenti gli interventi.
Con buona pace per i residenti sempre più a caccia di un box o quantomeno di un po’ di monetine.

Nella foto:
Il tratto in curva di via Dottesio dove si è rapidamente passati dal divieto di sosta al parcheggio a pagamento (Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.