Sostegno psicologico per imprenditori e lavoratori

1psicLe conseguenze della crisi economica

C’è chi sente il peso per un progetto fallito. E chi viene travolto dalla frustrazione e dall’impotenza per non aver più un’occupazione. In entrambi i casi e su entrambi i fronti delle barricate, imprenditori e lavoratori si trovano a dover fare i conti con le conseguenze devastanti della crisi economica.
Per aiutare chi si trova in mezzo a questa palude è nato un servizio di sostegno psicologico. Attori dell’iniziativa – il nome è “Stai bene con il tuo lavoro” – sono la Camera di

Commercio di Como e l’ospedale Sant’Anna. Il progetto è tra i primi in Italia.
L’idea è semplice. Sostenere psicologicamente chi deve superare un momento che potrebbe segnare irrimediabilmente la vita. Il piano è nato ufficialmente ieri mattina. Ma nelle due settimane passate, fase di rodaggio, si sono già rivolti al servizio 5 lavoratori.
«La crisi economica – commenta il vicepresidente della Camera di Commercio, Fulvio Alvisi – mostra in maniera sempre più incisiva gli effetti sulle persone nella loro interezza quindi non solo come lavoratori o imprenditori ma soprattutto come esseri umani. Il rischio è che i segnali di disagio non vengano riconosciuti in tempo per evitare problemi più gravi, come disturbi di natura fisica, ansia e depressione».
Parole e intenzioni subito recepite dall’unità operativa di Psicologia clinica del Sant’Anna. «La recessione spinge imprenditori e lavoratori a dover convivere con una sempre più radicata incertezza nell’ambiente lavorativo – spiega Vito Tummino, direttore dell’unità operativa di Psicologia dell’ospedale Sant’Anna – È difficile trovare un equilibrio di fronte a pressioni e aspettative sia interne, quali motivazione, desiderio di realizzazione, stima di sé, sia esterne, come la relazione con i colleghi o la riduzione del lavoro».
Da qui la creazione di questo servizio psicologico per sostenere imprenditori e lavoratori. Per chiedere un colloquio o semplici informazioni si può chiamare il numero 350.507.2019 o utilizzare la mail servizio.lavoro@hsacomo.org per prenotare un appuntamento senza impegnativa e senza ticket. La sede dello sportello è in via Napoleona.
All’iniziativa collaborano Unindustria, Ance, Confartigianato Imprese, Cna Confcommercio, Confesercenti, Compagnia delle Opere, Confagricoltura Como Lecco, Cia, Confcooperative, LegaCooperative, Cgil, Cisl e Uil.
«E nelle settimane passate abbiamo formato oltre 100 persone delle varie associazioni che avranno il compito di intercettare o indirizzare i soggetti in simili situazioni verso il nostro sportello», dicono gli psicologici Matteo Radavelli e Marilena Simionescu, i due collaboratori specializzati inseriti appositamente per il progetto nell’unità operativa di psicologia clinica del Sant’Anna.
L’obiettivo ultimo è valutare lo stato di stress, potenziare le capacità di auto ascolto, incrementare la consapevolezza e la capacità di comprensione dello stress derivante dalla situazione economica. «Andrà creato un percorso di assistenza personalizzato», aggiungono i due giovani psicologi.
E a livello territoriale il quadro generale della situazione viene fornito dalla psichiatra Tiziana Ferrario, responsabile territoriale del Dipartimento di salute mentale del Sant’Anna. «Lo stress emotivo è sempre più diffuso, in misura maggiore tra le donne. Tra gli uomini la fascia di età più colpita è quella tra i 35 e i 50 anni», conclude la specialista.

Fabrizio Barabesi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.