Sotto terra rifiuti pericolosi: scoperta una discarica abusiva in un’area ampia quanto due campi di calcio

escavatore in azione

Hanno perlustrato un’area dell’ampiezza di due campi da calcio. Gli agenti della polizia locale, che da mesi seguivano le indagini, con la presenza anche dei tecnici dell’Arpa e l’autorizzazione della procura di Como, hanno utilizzato un elettromagnetometro per analizzare cosa ci fosse sotto terra.

Il risultato – dopo una intera giornata di lavori – è stato la scoperta in dieci punti di materiale considerato “rifiuto speciale”: a due metri di profondità sono emersi autobloccanti, materiale ferroso, polistirolo, blocchi di calcestruzzo, blocchi di catrame, pluviali, plastica, vetro, scarti edili e pure taniche contenenti un liquido oleoso.

La posizione di due uomini – già indagati da febbraio – si è così ulteriormente aggravata. La contestazione parla ora di deposito di rifiuti pericolosi e realizzazione di una discarica abusiva. L’attività investigativa è stata portata avanti dal Nucleo Radiomobile e dal Nucleo Tutela del territorio della polizia locale di Cantù.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.