S&P, dal Recovery Fund fino al 6,5% del pil per l’Italia

In caso di basso impatto spinta dell'1

(ANSA) – MILANO, 27 APR – In uno scenario "ad alto impatto" il Next Generation Eu potrebbe valere fino a 6,5 punti percentuali aggiuntivi di Pil per l’Italia nei prossimi cinque anni, contributo che si ridurrebbe all’1,9% in uno scenario a "basso impatto". Lo stima S&P Global in un report dedicato agli effetti del Recovery Fund sulla crescita dell’Unione Europea, per la quale prevede un contributo complessivo compreso tra un massimo del 4,1% e un minimo dell1,5%. La diversa spinta alla crescita, spiega S&P, è legata alle "differenti assunzioni sulla tempistica delle erogazioni, sull’assorbimento dei fondi e sulla dimensione dei moltiplicatori della crescita dalla spesa pubblica". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.