S&P, Pil Italia a +5,3% nel 2021, debito può stabilizzarsi

Agenda riforme governo non ha impatto su rating

(ANSA) – ROMA, 22 FEB – "Prevediamo una ripresa della crescita economia dell’Italia al 5,3% nel 2021, sulla base di una normalizzazione della situazione sanitaria e del mantenimento dello stimolo di bilancio e monetario". Lo scrive Standard & Poor’s in un report sull’Italia, secondo cui un uso efficace del Next Generation Eu da parte del Governo "potrebbe dare una forte spinta agli investimenti pubblici", che sono rimasti circa il 30% inferiori rispetto ai livelli precedenti la grande crisi finanziaria di un decennio fa. S&P prevede un defciit/Pil vicino all’8% quest’anno, ma scrive anche che "la potenziale ripresa del Pil significa che il rapporto debito/Pil potrebbe stabilizzarsi quest’anno". Standard & Poor’s sostiene anche che "l’ambiziosa" agenda di riforme del governo Draghi non ha un impatto immediato sul rating dell’Italia". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.