Spaccia ai Portici Plinio: denunciato un 17enne di Como

alt Intervento delle volanti. Il giovane ieri è diventato maggiorenne

(m.pv.) Ieri ha compiuto 18 anni. Per festeggiare il compleanno ha scelto un modo illecito: spacciare droga ad altri ragazzi nell’area dei Portici Plinio. Una attività che non è passata inosservata e che ha portato all’ennesimo intervento delle volanti della polizia. È andato in scena nel pomeriggio di venerdì, intorno alle 17, il nuovo blitz delle forze dell’ordine contro la diffusione della droga tra i più giovani. E nelle maglie tese dagli agenti, questa

volta, è rimasto un 17enne che, solo poche ore dopo, avrebbe compiuto i 18 anni. A ben guardare, per il ragazzo è stata una fortuna perché altrimenti si sarebbe trovato un fascicolo penale aperto in Procura a Como ben più pesante rispetto a quello che ora gestirà il Tribunale dei minori di Milano. Al momento dell’intervento ai Portici Plinio, il 17enne aveva addosso 4 buste di marijuana per una decina di grammi in totale di sostanza stupefacente. Droga che, secondo gli agenti, era appena stata consegnata per essere spacciata tra i ragazzi che frequentano quell’area della città. Il giovane, che risiede a Como, è stato denunciato a piede libero proprio per l’attività di spaccio. Non passa giorno, ormai, che non giungano notizia di operazioni in centro città che riguardano minori pizzicati con la droga. Venerdì, addirittura, un 15enne era stato soccorso e portato all’ospedale Valduce dopo essersi sentito male per aver fumato tre spinelli. Droga che il ragazzino, come ha dichiarato ai carabinieri, aveva acquistato poco prima in piazza Vittoria. Ma allargando lo sguardo solo all’ultimo mese, si registra il blitz antidroga al parchetto di via Anzani (preso un 18enne), un 17enne controllato a scuola e arrestato dopo una perquisizione nella sua casa, un 16enne di Fino sorpreso a spacciare in piazza Martinelli, in centro storico. E poi, ancora, un 16enne “pizzicato” alla stazione Como Borghi, un altro 18enne denunciato, sempre ai Portici Plinio e buon ultimo un 18enne di Capiago sorpreso con lo “shaboo”, una metanfetamina catalogata tra le droghe che provocano effetti devastanti per l’organismo.

Nella foto:
Ancora un intervento contro la droga che ha finito con l’incastrare un giovanissimo

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.