Spacciatore inseguito e arrestato nel bosco a Montano Lucino

Controlli

Eroina per un peso complessivo lordo di oltre 20 grammi, cocaina per oltre 13 grammi, hashish per ulteriori 38 grammi. In più, due “palline” trovate addosso al soggetto fermato e arrestato contenenti altra polvere bianca. È il risultato di un intervento contro lo spaccio di droga nei boschi effettuato nella giornata di martedì dalle volanti della polizia di stato. L’operazione è avvenuta nel corso della serata, intorno alle 20.30, tra via Roma e via Scimee a Montano Lucino. Una zona – immersa nel verde e nei boschi – in cui è nota la presenza di una attività di spaccio. La segnalazione è arrivata proprio da alcuni automobilisti, che si erano trovati a schivare uomini che per inoltrarsi nel bosco attraversavano all’improvviso la strada. Le volanti sono intervenute per verificare quello che stava avvenendo, trovandosi di fronte a due uomini che si inoltravano nel verde. Gli agenti si sono messi al loro inseguimento, scovando un bivacco. Gli uomini presenti si sono dati alla fuga, dopo aver visto l’avvicinarsi della polizia. Ne è nato un inseguimento in mezzo agli alberi. Uno dei due spacciatori è riuscito a dileguarsi, mentre il secondo – che poco prima di era liberato di un borsello e di un coltello di grosse dimensioni – è stato fermato e perquisito.
Nel borsello era contenuta la sostanza stupefacente poi posta sotto sequestro, oltre a 450 euro e a due telefoni cellulari. La perquisizione personale ha poi permesso di recuperare anche le ulteriori due “palline” di cocaina. L’uomo – che è poi risultato essere un marocchino di 25 anni residente a Milano – è stato arrestato e condotto nel carcere del Bassone dove nelle prossime ore verrà interrogato dal giudice.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.