Spacciatore marocchino arrestato nei boschi del Parco del Lura, tra Bregnano e Lomazzo

Carabinieri di Appiano Gentile

Carabinieri di Appiano Gentile

Spaccio nei boschi del Parco del Lura, tra Bregnano e Lomazzo. Mercoledì sera i carabinieri hanno arrestato, in flagranza di reato, un marocchino di 26 anni, in Italia senza permesso di soggiorno, per spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale.

Le manette ai polsi del giovane immigrato sono scattate dopo una meticolosa attività di monitoraggio delle aree boschive, condotta dai carabinieri della compagnia di Cantù con ripetuti sopralluoghi e servizi di appostamento.

Numerosi i militari dell’Arma entrati in azione mercoledì sera per impedire che lo spacciatore riuscisse a fuggire nei boschi. I carabinieri della stazione di Cermenate, con il supporto dei colleghi di Lomazzo e Fino Mornasco, hanno infatti accerchiato il 26enne chiudendogli qualunque via di fuga. Il giovane ha cercato di scappare tentando di guadare un torrente, ma è stato fermato dai militari. Il pusher marocchino ha pure tentato di divincolarsi e di resistere all’arresto, ma è stato bloccato dai carabinieri che gli hanno sequestrato 110 grammi di hashish, 13 grammi di marjuana e un bilancino di precisione.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.