Spacciatore minorenne arrestato a Bizzarone. L’operazione era partita per una lite in famiglia
Cronaca

Spacciatore minorenne arrestato a Bizzarone. L’operazione era partita per una lite in famiglia

L’epilogo è stato di un arresto (al “Beccaria” è finito un minorenne di Bizzarone, accusato di essere lo spacciatore dello stupefacente sequestrato) e di una denuncia che ha colpito un altro ragazzo, un moldavo di Binago appena 18enne.
L’origine della vicenda era stata però completamente di un altro tenore, visto che la chiamata di intervento ai carabinieri era stata fatta con un altro scopo, quello di sedare una lite in famiglia.
Intervento congiunto dei carabinieri del Radiomobile della compagnia di Como e dei colleghi della stazione di Rebbio, andato in scena nella serata di lunedì.
I militari dell’Arma sono intervenuti in una casa di Binago, in quanto – come detto – era stata segnalata una violenta lite. All’ingresso nell’appartamento, tuttavia, l’attenzione dei carabinieri era stata attratta (oltre che dal diverbio in corso e da sedare) anche da una busta presente sul tavolo, con all’interno quella che all’apparenza sembrava della marijuana.
Come pure non erano passati inosservati alcuni strani comportamenti del figlio della coppia, andato di corsa in camera a sistemare alcune cose. Insomma, i carabinieri hanno finito con il controllare anche il giovane, recuperando non solo la busta che era sul tavolo, ma anche una seconda busta che era stata occultata nella cameretta.
All’interno c’erano in totale 45 grammi di stupefacente che era stato acquistato da poco.
L’indagine – a questo punto – è proseguita seguendo il filo che conduceva allo spacciatore. E la sorpresa è stata grande quando i militari, che nel frattempo erano risaliti fino a Bizzarone come paese di partenza della marijuana, si sono trovati di fronte a un baby spacciatore, non ancora maggiorenne. Sarebbe stato lui – italiano, di 17 anni – a vendere la droga al ragazzo moldavo, 45 grammi di marijuana per un controvalore di 420 euro.
La perquisizione ha poi permesso di recuperare altre due dosi che erano già state confezionate e ulteriori 20 grammi dello stesso tipo di stupefacente. L’epilogo è stato quello preannunciato. Il 17enne di Bizzarone è stato arrestato e condotto nel carcere minorile di Milano. Il ragazzo di Binago è stato invece denunciato a piede libero e dovrà spiegare l’accaduto al magistrato di Como, cui verrà affidato il fascicolo sull’accaduto.

31 ottobre 2018

Info Autore

Mauro

Mauro Peverelli mpeverelli@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto