Spacciatori rilasciati: la protesta della Lega

«Inaccettabile quello che sta accadendo a Como: l’area dei giardini pubblici dell’ex zoo sta diventando sempre più un luogo pericoloso per la sicurezza dei cittadini». A dichiararlo sono il parlamentare lariano Nicola Molteni e il segretario cittadino della Lega Nord Alessandra Locatelli, in merito alla situazione di degrado in via Sant’Elia, a Como. Proprio per questo motivo la Lega Nord ha annunciato, per venerdì alle 18, un presidio in segno di protesta per il rilascio immediato dello spacciatore e di chi l’ha aiutato, entrambi provenienti dal Gambia e alloggiati nell’ex caserma di via Borgovico. La Lega chiede la chiusura immediata di questo centro di accoglienza. «È una follia – commenta l’onorevole Nicola Molteni – che dei richiedenti asilo, ospitati nel centro di accoglienza di via Borgovico, compiano fatti così gravi e vengano subito rilasciati. Si tratta di un fatto gravissimo che conferma il fallimento delle politiche migratorie e di integrazione adottate da questo governo. Ho già presentato un’interrogazione urgente per chiedere l’espulsione immediata di questi soggetti».
«Ci opporremo sempre, con tutte le nostre forze – conclude il segretario cittadino leghista Alessandra Locatelli – alle politiche buoniste che fino ad oggi non hanno lasciato altro che maggior spazio al degrado e all’insicurezza nella nostra città».

Articoli correlati