Spacciavano in sala giochi. Arrestati dai carabinieri

Mozzate

(a.cam.) Frequentavano assiduamente una sala giochi di Mozzate, ma non erano appassionati di slot e videogiochi.
Così come accertato dai carabinieri, infatti, tre uomini residenti in paese – un tunisino di 22 anni e due italiani di 49 e 46 anni – spacciavano droga, soprattutto cocaina. Arrestati ieri dai militari dell’Arma della compagnia di Cantù, tutti e tre sono stati rinchiusi nel carcere del Bassone.
L’operazione è giunta a conclusione di una lunga attività di indagine svolta

dai carabinieri di Mozzate e coordinata dal sostituto procuratore di Como, Maria Vittoria Isella. I militari hanno accertato che i tre frequentavano abitualmente la sala giochi di via Piccinelli dove, all’interno dei locali e soprattutto nei bagni, avevano organizzato un’attività di spaccio di droga, cocaina in particolare.
I tre vendevano gli stupefacenti agli stessi clienti della sala giochi.
Nei giorni scorsi, il giudice per le indagini preliminari Luciano Storaci ha firmato tre ordinanze di custodia cautelare per gli spacciatori. I provvedimenti sono stati eseguiti all’alba di ieri dai carabinieri di Mozzate. Gli arrestati sono in cella, in attesa dell’interrogatorio di convalida.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.