Spaccio in Brianza, due arresti. Sequestrato un machete

Tutto era partito da un furgone intercettato dalla polizia ad Albese con Cassano, nel luglio del 2013, con a bordo 107 chili di marijuana in arrivo dall’Albania.
Dopo mesi di indagini, scattati proprio da quell’evento, la squadra Mobile della Polizia di stato ha eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere con le accuse di produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti in concorso. In manette sono finiti un 46enne di Cucciago e un 49enne di Cantù.
Ma sarebbero almeno altri nove gli indagati a piede libero nell’ambito della stessa indagine. L’operazione, denominata “Blackout”, ha portato a recupero ieri mattina e nel pieno delle notifiche e delle perquisizioni, di ulteriori 20 grammi di droga.
Ma c’è di più, perché a casa di uno dei due arrestati gli agenti della mobile hanno trovato anche spade, coltelli, un machete e altre armi da taglio che non erano state denunciate ed erano dunque detenute illegalmente.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.