Ora anche lo spaccio: la zona del Sinigaglia si conferma un problema
Cronaca

Ora anche lo spaccio: la zona del Sinigaglia si conferma un problema

Il problema sicurezza nella zona dello stadio, dei giardini e del lungolago di Como resta sotto i riflettori. Dopo le ripetute segnalazioni dei residenti di un’attività di spaccio di droga, gli agenti della polizia locale sono intervenuti giovedì pomeriggio in via Sant’Elia, ai giardini dell’ex zoo. Due persone sono state arrestate e una è stata segnalata per l’uso di sostanze stupefacenti. Uno dei fermati inneggiava ad Allah. L’operazione della polizia locale è stata decisa dopo le ripetute segnalazioni dei residenti della zona. Nel primo pomeriggio di giovedì, gli agenti sono intervenuti e hanno bloccato un giovane di 29 anni originario del Gambia che aveva appena venduto una dose di marijuana a un ragazzo italiano. Dopo l’intervento dei vigili si sono vissuti momenti di tensione perché altri immigrati sono intervenuti in difesa dello spacciatore. Uno in particolare, un 24enne connazionale del fermato, ha aggredito gli agenti e ha cercato di impedire l’arresto del ragazzo che aveva venduto la droga. I vigili sono riusciti comunque a bloccare i due immigrati, entrambi regolarmente residenti sul territorio italiano, e li hanno portati al comando della polizia locale. Il 24enne che aveva cercato di impedire l’arresto dell’amico ha continuato a inveire contro gli agenti e ha urlato frasi inneggianti ad Allah fuori dal comando dei vigili. Per entrambi gli africani è stato convalidato l’arresto e i due sono stati quindi portati in Questura. Uno era accusato di spaccio, l’al – tro di resistenza a pubblico ufficiale. Ieri mattina in Tribunale a Como si è tenuto il processo con rito direttissimo. Entrambi i fermati, incensurati, hanno patteggiato – due mesi lo spacciatore, sei mesi il connazionale – e sono stati rimessi in libertà. Gli agenti della polizia locale aggrediti dal 24enne sono stati medicati al pronto soccorso e hanno rimediato lesioni lievi, guaribili in pochi giorni. Per il ragazzo italiano che aveva comprato la marijuana è scattata la segnalazione come consumatore. L’operazione ai giardini dell’ex zoo di via Sant’Elia è stata portata a termine dagli agenti dell’unità Sicurezza urbana del comando della polizia locale di Como, diretto dal comandante Donatello Ghezzo. «Cittadini e commercianti – ha spiegato il commissario Aurelio Giannini, responsabile del gruppo – hanno segnalato la presenza di spacciatori e sono stati promossi controlli e appostamenti mirati. Il fermo è avvenuto nell’ambito di questo intervento». «Questa operazione è un ottimo esempio di collaborazione tra i cittadini che hanno segnalato un problema e la polizia locale che è riuscita ad intervenire», ha sottolineato invece l’assessore alla Sicurezza Paolo Frisoni. L’allarme sicurezza nell’area dei giardini e del lungolago era tornato di stretta attualità già la scorsa settimana, quando un uomo di 29 anni, residente nella cintura urbana, era stato accoltellato nella zona proprio dei giardini a lago. Il giovane è stato ferito al torace e ha dichiarato di essere stato aggredito da due persone. Le indagini sono in corso.

Anna Campaniello

4 Marzo 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto