Spaccio tra Porlezza e Carlazzo. Un arrestato nega ogni addebito
Cronaca

Spaccio tra Porlezza e Carlazzo. Un arrestato nega ogni addebito

Hanno risposto alle domande del giudice delle indagini preliminari di Como che li ha interrogati al Bassone. Uno solo di loro, il 37enne di Fino Mornasco accusato di trasportare la droga dal Milanese agli spacciatori tra Porlezza e Carlazzo, avrebbe negato ogni addebito.
Si sono svolti ieri di fronte al Gip gli interrogatori dei cinque arrestati che erano stati condotti nel carcere di Como in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare. L’indagine, denominata “Donnici”, dalla residenza (in Calabria) di uno degli indagati, è stata portata a termine all’inizio di questa settimana da parte dei carabinieri della compagnia di Menaggio.
I militari dell’Arma ritengono di aver interrotto un mercato fiorente di spaccio di stupefacenti attivo in zone di richiamo turistico, attività che spesso come acquirenti poteva contare su giovani del luogo e non solo. A capo di tutto non c’era una associazione, ma persone che tra loro si conoscevano – soprattutto turchi e albanesi – e che si spartivano le zone di spaccio senza darsi fastidio. In un caso, un 33enne turco (nel frattempo finito in carcere per altre contestazioni) aveva adibito la propria abitazione in quel di Porlezza in una sorta di coffee-shop dove il cliente poteva entrare, consultare il catalogo e poi consumare direttamente.

20 luglio 2018

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto