Cronaca

Spallino rilancia l’ipotesi di un nuovo autosilo interrato sotto i giardini di viale Varese

altSul suo blog: «Così si potrebbero creare posti per residenti»

L’assessore all’Urbanistica di Palazzo Cernezzi, Lorenzo Spallino, è notoriamente molto attivo sui social network. E proprio su due piazze virtuali di discussione – Twitter e Tumblr – ha rilanciato un’ipotesi destinata a far discutere. Ovvero, la possibile realizzazione di un autosilo interrato sotto i giardini di viale Varese.
Per capire come l’avvocato sia arrivato quantomeno a “muovere le acque” su un tema che già nel passato ha

provocato grandi dibattiti in città bisogna fare un passo indietro. E ripartire – come spesso accade in queste settimane – dal tema della nuova e contestatissima limitazione introdotta per piazza Roma, area destinata soltanto alle strisce gialle per residenti.
Proprio su questo giornale, infatti, qualche tempo fa intervenne l’architetto e urbanista Mario Di Salvo, che tracciò un parallelo tra le critiche che stanno investendo il progetto attuale di allargamento della Ztl e quelle che tennero banco per la maxi-pedonalizzazione della città murata negli anni ’70. Lo stesso Spallino, infatti, cita l’intervento di Di Salvo riportandone due virgolettati sul suo blog. «La bufera che si è scatenata oggi è una ripresentazione di quanto accaduto negli anni Settanta, quando è stata introdotta la pedonalizzazione della città murata – disse Di Salvo al “Corriere di Como” – Oggi nessuno si sognerebbe di tornare indietro». Poi il passaggio chiave per la riflessione dell’assessore: «Purtroppo – aveva infatti aggiunto l’architetto – tutte le aree che potevano essere destinate a parcheggio negli anni sono state occupate da costruzioni e non c’è più disponibilità di aree».
La sottolineatura sulla teorica assenza di zone dove poter realmente realizzare nuove e capienti aree di sosta ha stimolato l’assessore all’Urbanistica. Il quale, con un passaggio a metà tra la riflessione e il suggerimento – comunque pesante, visti ruolo e delega detenuti da Spallino – ha “rispolverato” il tema dell’autosilo interrato lungo tutto viale Varese, sotto quella che oggi è la zona a verde.
«L’architetto Di Salvo – scrive con un pizzico di ironia l’esponente della giunta Lucini – mi ha visto in pantaloncini corti ma, se posso permettermi e con tutto l’affetto che gli porto, quello che dice non è proprio esatto». Un passaggio generico, questo, che introduce il cuore della riflessione.
«Un’area ci sarebbe – mette infatti nero su bianco Spallino – È a ridosso del centro storico e il suo recupero nel sottosuolo permetterebbe di liberare la superficie dalle auto oggi esistenti e di ricavare posti al servizio dei residenti». In maniera sibillina, Spallino non cita in maniera testuale viale Varese. Ma, obiettivamente (e come si può vedere nella foto accanto al titolo, ndr) non era necessario, poiché l’assessore ha pubblicato a corredo dell’articolo una elaborazione grafica dove una linea percorre esattamente viale Varese in tutta la sua lunghezza. E, di conseguenza, spazza via ogni dubbio su quale fosse l’area citata nell’intervento scritto. Peraltro, proprio sull’ipotesi dell’autosilo interrato, l’assessore così invita i lettori: «Date un’occhiata alla foto e poi ditemi cosa ne pensate».
Ieri non è stato possibile chiedere maggiori dettagli all’avvocato. La speranza è che oggi se ne possa sapere di più.

Emanuele Caso

Nella foto:
Il tratto finale di viale Varese. Sopra, una vista frontale. (foto Fkd)
16 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto