Sparatoria ad Appiano Gentile, individuati due responsabili

Tentato omicidio, detenzione e porto abusivo di armi da sparo. Sono queste le accuse rivolte a due dei tre presunti responsabili della sparatoria avvenuta il 19 settembre scorso ad Appiano Gentile. I due malviventi sono stati individuati dagli agenti della Squadra mobile della Questura di Como al termine di una lunga attività di indagine.

I tre protagonisti della sparatoria hanno esploso ciascuno almeno un colpo di pistola. Il conflitto a fuoco, secondo quanto accertato dagli inquirenti lariani, è maturato nell’ambito di un regolamento di conti legato ad attività illecite.
I tre si sono affrontati in paese, sulla strada, con colpi esplosi ad altezza uomo e con il rischio che fossero coinvolti anche eventuali passanti.
Un’ordinanza di custodia cautelare è stata eseguita ieri nei confronti di Andrea Internicola, 46 anni, già detenuto per l’omicidio di Ernesto Albanese, il giovane trovato sepolto nel giardino di una villetta di Guanzate. È ancora ricercato, invece, un secondo uomo coinvolto nella sparatoria, mentre proseguono le indagini per identificare anche il terzo partecipante al regolamento di conti.
Gli indagati si sono affrontati a poca distanza da un supermercato e una pizzeria. Fortunatamente, non si sono registrati feriti, ma solo danni materiali. Uno dei proiettili esplosi infatti aveva colpito il lunotto posteriore di una vettura parcheggiata sulla strada.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.