Sparatoria dopo la fuga. La banda ha utilizzato almeno due automobili

alt

La rapina di via Bellinzona

L’assalto della vigilia di Natale in via Bellinzona, finito con i malviventi in fuga inseguiti dal proprietario di casa, è stato probabilmente l’ultimo di una serie di raid messi a segno forse dalla stessa banda. Ladri esperti e senza scrupoli, visto che uno dei componenti della banda non ha esitato a sparare per bloccare l’uomo che lo inseguiva.
Nelle stesse ore della rocambolesca rapina in via Bellinzona, nel residence Villa Aurora, a Monte Olimpino sono stati denunciati altri colpi, in

particolare in via Cardano. In una delle abitazioni prese di mira la sera del 24 dicembre, è stata rubata anche un’auto.
La vettura potrebbe essere poi stata utilizzata dalla banda per altri furti. Le indagini sono affidate agli agenti della Questura di Como, i quali lavorano per risalire all’identità dei malviventi. Le modalità d’azione dei ladri che hanno fatto irruzione nell’appartamento di via Bellinzona hanno portato gli inquirenti a pensare a una banda organizzata.
Secondo quanto denunciato dal padrone di casa, i malviventi erano almeno cinque. I delinquenti sono entrati in azione nonostante l’allarme e in pochi istanti hanno individuato la cassaforte, aprendola subito dopo con un flessibile per poi rubare l’intero contenuto.
Gioielli e denaro contante, che i banditi sono riusciti a portare via nonostante l’arrivo del proprietario e la precipitosa fuga. Inseguiti dall’uomo, i ladri sono quindi fuggiti a piedi. La loro automobile, un’Audi risultata rubata, è rimasta parcheggiata davanti a Villa Aurora, bloccata dalla macchina dello stesso padrone di casa. Una delle ipotesi degli inquirenti è che la banda potesse utilizzare due vetture. La seconda potrebbe essere, appunto, proprio quella rubata il 24 dicembre in via Cardano.
La seconda auto al momento, però, non è stata ritrovata. L’Audi della banda invece è stata sequestrata e sulla vettura sono in corso i rilievi, alla ricerca di elementi utili per identificare i malviventi. Sulla macchina, i poliziotti hanno trovato numerosi oggetti, anche gioielli, che quasi certamente erano stati rubati dagli stessi ladri nelle ore precedenti. Gli agenti stanno dunque cercando di risalire ai proprietari. Chi avesse elementi utili o volesse informazioni sulla refurtiva recuperata può rivolgersi alla Questura di Como.

Anna Campaniello

Nella foto:
Il residence sorto al posto dell’ex Villa Aurora teatro della rapina del 24 dicembre (foto Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.