Spettacoli teatrali, l’intenso cartellone del Canton Ticino
Senza categoria

Spettacoli teatrali, l’intenso cartellone del Canton Ticino

Il teatro Foce di via Foce 1 a Lugano accoglie spettacoli tutto l’anno, con una programmazione molto densa tra ottobre e maggio e che incontra anche i gusti di giovani e giovanissimi. Oltre a collaborare con rassegne e festival, sostiene e dà spazio alle diverse realtà artistiche locali. Sul palcoscenico si ospitano più di 170 rappresentazioni l’anno e la platea può contare su 170 poltrone. Farà da cornice il 10 e l’11 marzo alle 20.30 con replica pomeridiana il 12 marzo alle 18 a Dialoghi sulle alture, spettacolo teatrale dagli accenti poetici e surreali scritto e diretto da Diego Willy Corna. Protagonista è il cammino di un uomo attraverso gli occhi di alcuni eruditi che vivono appunto su alcune alture. Questi saggi, chiamati anche “tuteli” dal nome dei mantelli che indossano, appartengono a una dotta congregazione esperta nell’esercizio di misteriose discipline come la letturacieli e l’onironautica. Adam è l’uomo a cui in una notte buia è stato tolto tutto, anche la luce da seguire. Viaggiando all’interno di una valigia incapperà in Arianna, un gomitolo rosso facilmente irascibile, e dovrà vedersela con le temibili pantere indaco, prima di imboccare la mulattiera segreta che conduce fino alle alture dove lo attendono, forse, la verità e il senso stesso della vita. Ingresso 20/10 franchi.
Ricca anche la stagione del Cinema Teatro di via Dante 3b a Chiasso. Domenica 26 marzo, alle ore 20.30, Stefano Accorsi e Marco Baliani saranno i protagonisti dell’atteso “Giocando con Orlando”, lavoro teatrale liberamente tratto dall’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto con le scene dell’artista Mimmo Paladino. Una nuova versione di un programma che ha già successo da due stagioni in giro per l’Italia, che si interroga sull’origine culturale del poema cavalleresco, sul ruolo dell’attore e della voce e indaga le potenzialità della parola poetica. «Il centro – dice Baliani – sarà sempre il tema dell’amore, corrisposto e non, violento e non, tradito e non, con le due coppie di Orlando e Angelica e Bradamante e Ruggiero, e noi due che entriamo e usciamo dai personaggi, creandone altri intorno, mostri compresi, giocando, appunto, sulla corrispondenza delle rime infilate in un ritmo galoppante, con molta improvvisazione verbale, con rime difficili da trovare, con gesti difficili da compiere. Stefano sarà il cantore che aggancia i vari episodi in un flusso più continuativo, io invece sarò un “full”, a far da regista in scena, a diventare spalla e comprimario, a tendere trappole e inventare strofe. Ma ecco, che grazie a questo gioco, a questa ludica gioia teatrale, a tratti apparirà, per intero, la passione dell’amore, distillata e resa straziante, la forza dell’amicizia, in un attimo di commossa fratellanza, la furia della gelosia in un esercizio distruttivo». Biglietti 40/30 euro.
Da ricordare sempre sul palcoscenico della città di confine venerdì 31 marzo alle ore 20.30 “Gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere” con il popolare attore comico Paolo Migone, dal bestseller dello psicologo americano John Gray. L’originalità dello spettacolo sta nel fatto che ricorda le principali differenze di funzionamento tra uomo e donna, sostenendosi su situazioni quotidiane che conosciamo tutti, e tenendo presente il confronto di ogni generazione. Differenze che per gli autori sono una fonte di complicità, e non di conflitto.

 

 

5 Mar 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto