Spettacolo “Orticolario”: fiori e verde in centro

altInaugurato “Oltre i confini”, cinque installazioni di giardini creativi
I petali di un aster a Palazzo Cernezzi, un giardino “degli opposti” in piazza Grimoldi, un sogno verde nel salotto di Como, un cielo stellato a Villa Olmo e un trionfo di profumi sulla riva di Cernobbio. Orticolario esce dai confini di Villa Erba e inonda la città di colori e profumi. In attesa della kermesse florovivaistica, al via il prossimo 3 ottobre a Cernobbio, Orticolario ha inaugurato ieri “Oltre i confini”, cinque installazioni di giardini creativi realizzati da quattro progettisti

italiani e una francese.
Il tour alla scoperta delle opere è stato guidato da Emilio Trabella, botanico di fama internazionale e presidente della Società Ortofloricola Comense. «I giardini potranno essere visitati fino al 5 ottobre – ha ricordato Trabella – È un’invasione verde che porta suggestioni e idee creative per il paesaggio urbano».
Già ieri, le installazioni sono state prese d’assalto da comaschi e turisti. «Sono molto felice della novità di quest’anno di Orticolario – ha detto il sindaco di Como, Mario Lucini – l’idea di uscire dai confini di Villa Erba è un’opportunità per tutti ed è una bella “invasione” della città».
Un esperimento che potrebbe non rimanere isolato.
«È bellissima questa invasione di fiori, di verde, di piante in spazi che normalmente sono grigi – ha detto l’assessore al Verde e arredo urbano Daniela Gerosa – È una novità per i comaschi, che potranno vedere questi spazi in un modo diverso. Sarebbe bello poter tenere le installazioni e sarebbe interessante riproporle. Questo esperimento ci stimola a ripensare aree della città».
Soddisfatto il presidente di Orticolario, Moritz Mantero: «Siamo felicissimi di poter contare sull’apporto di questi paesaggisti e di essere usciti dai confini di Villa Erba – ha detto – L’installazione di piazza Cavour è un’anticipazione di Expo. La collaborazione con le amministrazioni di Como e Cernobbio è stata molto positiva ed è un primo passo verso uno sviluppo ulteriore».
IL GADGET
Per i visitatori è previsto un omaggio che permetterà di coniugare la passione per la botanica con quella per la cucina: un regolo dedicato alle erbe aromatiche, realizzato dal “Corriere di Como” e da “Orticolario” in collaborazione con la Banca di credito cooperativo dell’Alta Brianza. Sulle due facce di un disco sono riportati i disegni di 32 erbe aromatiche, con tanto di nome scientifico, da quelle più note, come il basilico o l’alloro, a quelle meno diffuse, come il dragoncello o il coriandolo. Una fascia rotante permette di evidenziare ogni singola pianta. Per ciascuna erba aromatica vengono poi indicate l’area di provenienza, le parti utilizzate nella preparazione delle pietanze e degli infusi (semi piuttosto che foglie, fiori o frutti) e la tipologia di alimenti per i quali sono impiegate in cucina. Il regolo delle erbe aromatiche verrà distribuito ai visitatori all’ingresso di Orticolario nei tre giorni di apertura della manifestazione verde.

Anna Campaniello

Nella foto:
Ecco come si presenta Cernobbio in queste ore: uno spettacolo di verde e fiori

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.